In corsa per la poltrona di Sindaco, ecco i probabili candidati

Il tempo per la preparazione delle liste è di circa due mesi
16 Febbraio 2014
Senza didascalia

Da quando il centro garganico è privo di propri amministratori e affidato al Commissario gli occhi sono puntati sugli scenari futuri. Il tempo per la preparazione delle liste è di circa due mesi.

È un dato la rivendicazione fatta con orgoglio da parte del Partito Democratico, cui appartiene l’ex sindaco Prencipe, del “grande lavoro svolto in questi quattro anni”, a fronte della “irresponsabilità” dei consiglieri che hanno causato la fine anticipata dell’amministrazione. Si può arguire perciò la ricandidatura a sindaco di Lucio Roberto Prencipe. In tal senso sembrano andare le parole del PD: “tutto ciò impone di approssimarsi alla futura campagna elettorale nel solco tracciato in questi anni”.

A favore dell’ex sindaco gioca tra l’altro l’avere conoscenza delle problematiche comunali e un partito organizzato (è l’unico ad avere una sede funzionante). Certo, oltre al bacino elettorale del partito e a quello dell’ex vicesindaco Raffaele Prencipe (ex vicesegretario di Forza Italia) e del consigliere Valerio Di Mauro, sarà utile includere nuove forze.
Nell’ipotesi improbabile di un suo passo indietro i nomi potrebbero essere quelli di Raffaele Santamaria e  di Nicola Armillotta.

Fuori del PD quello che si vede è una galassia di persone, gruppi, e partiti “liquidi”. La contestuale sottoscrizione delle dimissioni da parte di dieci consiglieri (Giuseppe Aulisa, Pierpaolo Fischetti, Raffaele d’Apolito, Michele De Vita, Raffaele Latino, Angelo Perna, Francesco Paolo Prencipe, Giuseppe Prencipe, Michele Prencipe, Antonio Sacco) sul totale di sedici può essere stato un casuale incontro di volontà destinato solo a  chiudere la pratica di una “situazione di stallo, di instabilità e confusione”, per utilizzare le parole di Giuseppe Prencipe e Raffaele Latino, oppure l’inizio di un percorso comune.

Ad oggi nulla è certo. E gli scommettitori non escludono rimescolamenti di carte, anche con imprevedibili cambi di fronte. In campo fino ad oggi ci sono alcuni nomi. Il candidato sindaco potrebbe essere individuato tra Giuseppe Aulisa, Pierpaolo Fischetti, Lorenzo La Torre, Angelo Perna, Pietro Rinaldi. Nessuno di essi smentisce l’eventuale disponibilità a correre.

Ricorre nei commenti anche la candidatura, da diversi sollecitata ma da altri temuta per la forte personalità, dell’ex sindaco, dal 2000 al 2010, Angelo Iannotta, il quale risponde  con un “non possiamo, non dobbiamo, non vogliamo”.

Bisognerà nelle prossime settimane vedere se i cinque possibili candidati a sindaco troveranno un’intesa su un solo nome oppure si candideranno in più liste concorrenti.

Francesco Bisceglia
La Gazzetta del Mezzogiorno