IX edizione del 'Premio Ambiente Faraglioni di Puglia'

Questa sera alle ore 21.30 nel piazzale Santa Maria della Luce
1 Agosto 2012
I Faraglioni
I Faraglioni

Torna stasera il Premio Faraglioni di Puglia e festeggia l’undicesima edizione, all’insegna dell’ambiente e della cultura. Alle ore 21.30 nel piazzale Santa Maria della Luce si svolgerà il galà di premiazione. Da anni, grazie anche ai film qui girati dagli indiani di Bollywood, i due monoliti della costa di Mattinata sono sempre piu’ il simbolo della Puglia in tutto il mondo.

Il premio mattinatese si è affermato come momento importante dell’estate pugliese, con ospiti di grande rilievo che hanno, in cornici di spettacolo e musica, offerto momenti di riflessione sulle tematiche ambientali di cui i faraglioni, nella loro bellezza e fragilità, sono emblema. “La nostra iniziativa – sottolinea il sindaco Roberto Prencipe - è un grande evento di spessore culturale, basti pensare alla qualità degli ospiti ai quali vengono conferiti premi con tanto di motivazione”.

Insomma, ribadiscono gli organizzatori mattinatesi, il premio ambiente “Faraglioni di Puglia”, si consolida “come serata culturale di prim’ordine”. Presentatori dell’evento saranno Veronica Pellegrino e Vincenzo De Michele. A ricevere la riproduzione dei due faraglioni mattinatesi situati nell’incantevole baia delle Zagare saranno stasera la Rete di associazioni per la tutela del mare Adriatico e Ionio contro le trivellazioni petrolifere, i monaci dell'Abazia di Pulsano, Claudio Natile e Carmine Campaniello, vincitori di un finanziamento stanziato dalla Regione Puglia nell´ambito di Bollenti Spiriti 2010 con il progetto CanaPuglia e il mattinatese Francesco Granatiero, scrittore e poeta dialettale di fama internazionale.

Non mancherà la musica d’autore con Mariella Nava. Il concerto della cantautrice tarantina si annuncia come un viaggio emozionale che toccherà i momenti fondamentali della sua carriera, costellata di innumerevoli successi personali (Fai piano, Mendicante, Cosi è la vita) e di "perle" donate ad altri artisti, ad esempio Gianni Morandi (Questi figli), De Crescenzo (Come mi vuoi), Renato Zero (Spalle al muro), Mietta (Il gioco delle parti) e Andrea Bocelli (Per amore).

Francesco Bisceglia