Modersepe di D'Agostino

L'ultima opera dello scrittore foggiano
27 Dicembre 2008
Senza didascalia
I sogni, gli sforzi e le aspettative di chi è cresciuto in una città di provincia. Questi gli spunti che il foggiano Carlo D'Agostino ha immesso nel suo nuovo lavoro letterario Modersepe, così si intotala il romanzo pubblicato da Phaser edizioni, potrebbe essere uno dei tanti paesi del Subappenino o del Gargano. Da questo vecchio paese di antiche tradizioni parte il sogno del protagonista. Nel romanzo, tra vari ricordi e aneddoti sul Natale che lo rendono anche per questo attuale, D'Agostino porta un messaggio, che alla fine, è comunque positivo: la fantasia è una valida alleata della vita che può aiutare chiunque ad emergere dal grigiore. Un invito, quindi, a servirsi della fantasia per combattare il grigiore quotidiano, la globalizzazione scellerata, l'appiattimento delle personalità e l'omologazione del pensiero.

Carlo D'Agostino, nato a Foggia nel 1950, ha sempre avuto la passione per la scrittura, sia in versi che in prosa. Nel 1972 pubblica la sua prima raccolta di composizioni poetica giovanili e partecipa a vari concorsi letterari, riscuotendo ottimi risultati. Nel 1994 pubblica una raccolta di novelle. E ora il nuovo romanzo Modersepe.
Francesco Bisceglia