Centro riabilitazione da mesi senza gli specialisti

La protesta delle famiglie dei disabili mattinatesi
13 Marzo 2008
Donato Troiano, commissario straordinario dell' Asl foggiana
Donato Troiano, commissario straordinario dell' Asl foggiana
Al centro di riabilitazione di Mattinata mancano da tempo figure essenziali. Dai primi giorni di dicembre è stato sospeso dall'Azienda sanitaria locale di Foggia il servizio prestato dall'´educatore professionaleª, per mancanza di personale specialistico. A ciò si è aggiunta la mancanza del logopedista, figura altrettanto importante per molte persone diversamente abili che si rivolgono al centro di riabilitazione.

Comprensibili sono le lamentele delle famiglie che hanno necessità dei servizi sospesi oramai da mesi. Dal Comune di Mattinata sono perciò partite due note, la seconda in questi giorni, in cui si fa il punto della situazione negativa del centro di riabilitazione mattinatese e si sollecita il commissario straordinario Donato Troiano a espletare tutte le azioni per una pronta risoluzione della questione.

Ma i più delusi sono i familiari delle persone con disabilità che hanno dovuto interrompere in queste settimane il percorso riabilitativo e di cura per l'assenza del logopedista e dell'educatore professionale. ´Siamo stanchi afferma Francesco Ciuffreda, familiare di una delle persone assistite dal centro ´di questa situazione che si trascina da tempo senza che si intraveda una via di uscita. Dobbiamo forse fare ricorso ad azioni forti per richiamare l'attenzione ed ottenere un concreto interessamento da parte dell'autorità sanitaria?ª.

Da parte sua il sindaco Angelo Iannotta ha più volte incontrato le famiglie, che gli hanno esposto gli effetti negativi sui loro congiunti che utilizzano le strutture del centro mattinatese. ´Pareva che la sospensione fosse solo questione di poche settimaneª ricorda Angelo Iannotta ´ma il 10 gennaio, data in cui era prevista la riattivazione del servizio da parte della direzione sanitaria dell'Asl Foggia, è abbondantemente trascorso senza nessuna novità positiva. Ora speriamo proprio che si provveda al più presto a risolvere la questione riportando il centro di riabilitazione mattinatese alla piena funzionalitàª.
La Redazione