Amara trasferta per il Volley Pentagono

Magra figura a San Severo, lo sfogo di mister Ciuffreda
6 Dicembre 2007
Senza didascalia
Terza sconfitta per il volley mattinatese targato Asd Pentagono, stavolta maturata in modo addirittura imbarazzante: 25-20, 25-19 e 25-22 i parziali che hanno decretato il secco 3 a 0 a favore dell'Asd San Severo Volley.

Furibondo mister Ciuffreda a fine gara, convinto, più di ogni altra occasione, che il problema è sempre il solito: i numerosi e persistenti vuoti mentali durante il match, ovvero la troppa emotività. Poco attenuanti risultano infatti le numerose assenze: prima su tutte quella dello stesso allenatore-giocatore, che ne avrà almeno per tre mesi, a causa del solito malanno al ginocchio destro che lo vedrà sottoporsi ad una terapia ad onde d'urto, per evitare l'intervento chirurgico. Ma erano assenti sul parquè di San Severo anche l'opposto Leonardo Ciuffreda e Michele Armillotta.

Fatta eccezione per uno schiacciatore i nostri avversari si sono dimostrati di livello davvero mediocre, proprio come ci si attenda, ecco perchè la rabbia del mister monta sempre più. Inutile comunque sottolineare le involuzioni dei singoli rispetto alle ultime gare, anche perchè ci sarebbe davvero tanto da dire. Meritevole invece di menzione l'esordio di Gianluca Pistilli in regia: il ragazzo ha dimostrato buone qualità e carattere, lasciando ben sperare sul suo impiego futuro. Buona anche la prova di Sergio di Rodi utilizzato come opposto e quella di capitan Bisceglia, tornato a sostituire mister Ciuffreda nel ruolo di palleggiatore.

Purtroppo l'aspetto nervoso è quello che più preoccupa lo staff tecnico: le squadre finora incontrate, anche quelle di vertice, senza i cali di tensione nervosa erano facilmente battibili; inoltre sotto l'aspetto fisico e della statura la nostra squadra finora non ha avuto eguali.

´E' paradossale che dei giovani, che dovrebbero avere voglia ed entusiasmo più di ogni altro, alla prima difficoltà o errore si afflosciano pericolosamente senza rientrare più in partitaª si sfoga, senza peli sulla lingua, mister Ciuffreda ´e gli anziani di contro debbano caricarsi sulle spalle tutta la squadra. Se sommiamo tutti gli errori stupidi e gratuiti regalati ad ogni set ai nostri avversari avremmo vinto tutte le partite sin qui disputateª.

Potrebbe sembrare solo uno sfogo oppure un sano tentativo di scuotere l'ambiente quello messo in atto da mister Ciuffreda, ma l'accento sembra farsi più serio. ´Sebbene il campionato vero del Pentagono inizierà con l'anno nuovo, con il ritorno di mister Ciuffreda, di Michele Minuiti e Carmine Armillotta, attualmente fermi ai box per infortuni vari, lo staff tecnico può già tranquillamente annunciare un giro di vite nei confronti dei giocatori. E' inaccettabile che ragazzi forti fisicamente e con una tecnica migliore dei nostri avversari, in allenamento giochino bene ed appena scesi in campo si bloccano in preda alla paura, sembrando degli zombi. La differenza in campo e la voglia di vincere la stanno dimostrando solo i vecchi e qualche nuovo come Sergio Di Rodi, Leo Ciuffreda ed Aldo Ciuffreda. Un bagno di umiltà per molti giocatori giovani è d'obbligoª.

In attesa di tempi migliori, si spera che già dalla prossima gara si riesca a risollevare le sorti della pallavolo maschile mattinatese, rinata dopo anni di buio, ma mai relagata al ruolo di cenerentola. E non sarà certo facile visto che sabato 8 dicembre alle ore 19 a Mattinata sarà di scena la capolista Csp Volley Vieste, capace sinora di non regalare neppure un set alle sei avversarie. E forse proprio in vista di questo match lo sfogo senza replica di mister Ciuffreda...
La Redazione