Prima categoria: largo ai giovani

Gentile lascia il club dopo 10 anni di gestione. Il Mattinata a Ciuffreda
25 Agosto 2007
I rossoneri dell'U.S. Matinum della scorsa stagione
I rossoneri dell'U.S. Matinum della scorsa stagione
Dopo circa un decennio il presidente Giovanni Gentile lascia la massima carica dirigenziale. Il Mattinata, che parteciperà al prossimo campionato di prima categoria, ha un nuovo presidente: si tratta di Matteo Ciuffreda giovane imprenditore edile. Rinnovato anche il direttivo che sarà formato da Antonio Prota (in qualità di vicepresidente), mentre il cassiere sarà Michele Prencipe. Confermato come segretario Michele Ciuffreda, mentre faranno parte della dirigenza Giuseppe Bisceglia (una colonna portante ormai per i rossoneri), Sergio Di Rodi, Davide Prencipe, Luigi Prencipe, Carlo Totaro e Giuseppe Salcuni oltre all'ex presidente Giovanni Gentile che resta in seno alla società.

Nei prossimi giorni il nuovo direttivo formato per lo più da ragazzi giovani si riunirà per decidere il nome del prossimo tecnico che probabilmente sarà un allenatore locale, la dirigenza discuterà principalmente del settore giovanile: sarà nominato un responsabile esterno alla dirigenza. Per quanto riguarda la prima squadra, iscritta regolarmente al campionato di prima categoria, si cercherà di puntare sui giovani diventati ormai esperti come Matteo Latino, Antonio Gentile, Luigi Fischietti, Emanuele Granatiero, Francesco Bisceglia, Gianfranco Cciociola, Marco La Torre, Michele Siarra, Roberto Latino e sui veterani Giuseppe Vitulano, il capitano Francesco Bisceglia, l'esperto Donato Bisceglia ai quali si aggiungerà qualche innesto importante.

La società rossonera, infatti, sta contrattando il funambolico Giulio Di Carlo ed altri giocatori esperti che per diversi motivi si sono allontanati dal Mattinata. Si è alla ricerca di uno sponsor e di una più stretta collaborazione con l'amministrazione comunale. ´Spero che altre persone si avvicinano alla nostra società ñ attacca il neo presidente - il campionato di prima categoria è oneroso sia dal punto di vista finanziario che da quello organizzativo. Serve gente che ci dia una manoª. Ad oggi nulla è trapelato, ma oltre ai tanti giovani che compongono la rosa c'è assolutamente la necessità di avere un po' di esperienza.
tratto da La Gazzetta del Mezzogiorno